Secondo la Cgia, in cinque anni il carico fiscale sul mattone è aumentato di ben 12,3 miliardi di euro: se nel 2010 era pari a 39,48 miliardi di euro, nel 2014 ha toccato i 51,8 miliardi. Invece il valore del mattone è crollato del 14%.

MILANO - Da "casa dolce casa" a "cara e povera casa": secondo l’Ufficio studi della Cgia, in questi ultimi 5 anni il valore economico degli immobili è crollato di circa 1.200 miliardi di euro (-14,2 per cento), ma nel contempo le tasse sono salite in misura esponenziale: + 31,2 per cento. In termini assoluti, il carico fiscale sul mattone è aumentato di ben 12,3 miliardi di euro: se nel 2010 era pari a 39,48 miliardi di euro, nel 2014 ha toccato i 51,8 miliardi. Intanto, anche in questa prima parte di 2015, il valore continua a scendere, come ha mostrato l'Istat.

Leggi tutto - Fonte